mercoledì, agosto 02, 2006

Wishful Thinking


Oggi, trentotto gradi e umidita' superiore al novantapercento. Niente di meglio, quindi, che guardarsi qualche foto scattata in antartide, dove il freddo rende possibili splendide formazione nuvolose.

venerdì, luglio 28, 2006

Happiness

Secondo Adrian White, uno psicologo sociale all'universita' di Leiciester, la Danimarca e' il paese i cui abitanti sono piu' felici al mondo, seguita da Svizzera, Austria, Islanda e Bahamas. L'Italia figura al 50esimo posto, mentre gli USA sono al 23esimo. A colori, l'intensita' del rosso indica il livello di subjective well-being, la mappa del mondo si presenta cosi':

Cartina di Adrian White, Analytic Social Psychologist, University of Leicester.

giovedì, luglio 27, 2006

Envy

Alla conclusione di un pezzo che illustra il recente scandalo Sismi per il beneficio dei poco informati lettori americani, Patrick Radden Keefe sembra invidiare all'Italia la presenza di un investigatore autonomo e cocciuto come Armando Spataro.

mercoledì, luglio 26, 2006

Infallibili

Unsurprisingly, Delta si e' persa le mie valigie anche al ritorno. Ad essere onesto, questa volta nemmeno mi aspettavo di vederle apparire sul nastro, anche se a JFK le avevo toccate con mano e date all'addetto dopo aver fatto la dogana.

Fine dell'Intervallo

Uno torna a casa dopo un mese di italia e cerca di raccapezzarsi. La cosa piu' sorprendente e' stato il tornare in Val Formazza dopo circa vent'anni di assenza e trovarla cambiata poco o nulla.

venerdì, giugno 23, 2006

Palatium

In pieno centro di Roma, a pochi passi da Piazza di Spagna, il ristorante/enoteca che non ti aspetti, o almeno non li. Servizio, ambiente, e soprattutto vivande impeccabili a prezzi ragionevoli. Il tutto a cura della Regione Lazio.

lunedì, giugno 19, 2006

Dejavu All Over Again

Per non smentirsi, la Delta ha perso la mia valigia. Nonostante un layover di 4 ore, la valigia non e' risuscita a prendere il volo da JFK a MXP. Se non arriva per domani, mi tocca rifarmi il guardaroba.

domenica, giugno 18, 2006

Votare

Prima di partier, ho fatto il mio dovere di elettore italiano all'estero, e messo il mio voto nella posta.

Punti di Vista

Mentre in Italia i giornali sembrano parlare di arbitro severo, ma giusto, qui il commento televisivo e' stato arbitro incapace. Sara' che io ho visto la partita qui, ma io propendo per incapace.

Volare

Prima si va a JFK, terminal Delta; un posto infame, ma non posso lamentarmi che faro' il privilegiato in saletta a parte. Poi a MXP. Vacanze, dite voi. La fava, dico io. Perche' domani stesso arriva anche Aquila della Notte e si lavorera' sodo tra Milano, Roma e Parigi, con poco tempo per null'altro fino a fine mese. Ho addosso il tipo di stanchezza che ti fa pensare ci vorranno anni a riprendersi, e l'estate sara' troppo corta, e poi si ricomincia. Come dice il saggio, non fate l'onda.

venerdì, giugno 09, 2006

Not Even Google

Google ha messo in piedi un sito con i rusltati dei Mondiali. Il messaggio, fino ad ora, e': 502 server error. Nemmeno i computer di Google reggono la domanda.

martedì, giugno 06, 2006

A Slap To Poverty

L'ultima americanata pare essere lo spendere un patrimonio per costruire la propria tomba. Lo riporta Andy Gallacher per la BBC. Tombe di famiglia che costano in eccesso di seicentomila dollari. E siccome in questo paese non c'e' limite all'imprenditorialita', eccovi Atlantis Memorial Reef: un cmitero sottomarino al largo di Key Biscane, Florida.

giovedì, giugno 01, 2006

Travelers

Marinella, da Dublino a NewYork. E' sempre piacevole osservare qualcuno che vede The City per la prima volta.

mercoledì, maggio 31, 2006

Matematica al Potere

History Repeats Itself

Time, in Marzo, ha pubblicato un reportage su l'uccisione di civili innocenti in Iraq da parte di una compagnia di marines. Adesso viene fuori, dopo che quell'articolo ha stimolato un'indagine, che almeno 24 civili furono uccisi a sangue freddo e che poi i marines cercarono di comprirsi le spalle racontando parecchie fandonie. La verita' e' sul punto di venir fuori (qualcuno sostiene di aver foto dei cadaveri) e ci si aspettano azioni punitive nei confronti degli omicidi.

lunedì, maggio 29, 2006

Eye-talians

venerdì, maggio 26, 2006

Vaso

Grazie a Marco, ho scoperto Pandora.com e il Music Genome Project. Sulla base di una lista di musicisti o canzoni che mi piacciono hanno creato una radio station che propone musica simile a quella che mi e' piaciuta nel passato. Tra le altre cose, si puo' chiedere perche' mai la canzone in streaming e' stata selezionata. La mia risposta preferita fino ad ora
We're playing this track because it features electronica influences, mild rythmic syncopation, extensive vamping, mixed acoustic and electric instrumentation and a vocal centric easthetic

Per i piu' curiosi, eccovi Zio Radio.

giovedì, maggio 25, 2006

Underwater Bubbles

mercoledì, maggio 24, 2006

Celebrate

24 Maggio 1883: si inaugura il ponte di Brooklyn. Per me, sempre e comunque il ponte dalla gomma.
Celebrazione fotografica su Slate.

sabato, maggio 20, 2006

Appearance of Impropriety

Visto da qui, pare ovvio. L'allenatore della Nazionale Italiana di Calcio deve dimettersi. Da questo lato dell'oceano si sostiene che a volte e' doveroso non solo non fare nulla di improprio, ma also non fare nulla che possa apparire improprio. In questi case, meglio dimettersi.

venerdì, maggio 12, 2006

Trends

Google Trends e' il nuovo giocattolino prodotto dai Google Labs. Utile per paragonare la popolarita' di alcune ricerche: google vs. microsoft... vince google.

Anniversary

Ieri su NPR celebravano il venticinquesimo della morte di Bob Marley. Un bel pezzo di Michele Norris sull'evoluzione di One World, che comincia nel 1964 come pezzo dance per il publico Jamaicano e finisce con l'essero un inno di pace negli anni settanta (cliccate sui link delle varie versioni, ne vale la pena). E cosi', rientrato a casa ho celebrato l'anniversario anch'io ascoltando una delle innumerevoli compilation esistenti. Ciliegina sulla torta, stamattina scopro che esiste una versione in CD del concerto milanese. Nello stesso anno di quel concerto, Marley fun invitato come ospite d'onore per celebrare la nascita dello Zimbabwe. Ironia della sort vuole che stamattina alla radio ascoltavo di come l'inflazione nello Zimbabwe abbia superato il 1000% nel mese di Aprile.

mercoledì, maggio 10, 2006

History Repeats Itself

Qualche anno fa, la Juventus vinse lo scudetto dopo una clamorosa svista arbitrale nel confronto decisivo contro l'Inter. Qualche anno fa, in parlamento si discuteva di alti temi: riforme istituzionali ed elettorali. Il paese si appassiono' immeditamente al primo tema, mentre nula gli fregava del secondo. Si arrivo' ad interrogazioni parlamentari sul comportamento degli arbirti alla domenica. Allora, Curzio Maltese scrisse uno dei piu' memorabili fondi che io abbia mai letto: gli italiani se ne fottono della politica, e l'unica cosa cui si appassionano davvero e' il calcio. Magari qualcuno lo ha gia' ristampato cambiando solo la data. Il titolo, quanto mai attuale, era Bicamerale Bianconera.

venerdì, maggio 05, 2006

Immigration Economics

La questione degli immigrati e' uno dei temi su cui gli americani (ma non solo loro) si dividono in questi giorni, e il dibattito sui costi e benefici dell'immigrazione impazza. Giorgio Topa, su noiseFromAmerika (un blog su cui scrivono un gruppo di economisti italiani residenti negli states), analizza l'evidenza sul tema.

mercoledì, maggio 03, 2006

LWW

Il vecchio Neil colpisce ancora. Alla tenera eta' di sessanta anni e spiccioli se ne esce con un album tutto contro la guerra. Acido e cattivo. Registrato e mixato a tempo di record. Con blog di accompagnamento. Come dice in un'intervista al LATimes:
I was waiting for someone to come along, some young singer 18 to 22 years old, to write these songs and stand up. I waited a long time. Then, I decided that maybe the generation that has to do this is still the '60s generation. We're still here.
L'album arriva nei negozi settimana prossima. Per ora si puo' ascoltare qui, e/o comprare via internet.

Waves

Una delle mie stazioni radio preferite ha inaugurato un canale internet. KCRW trasmette in tre formati e include una completissima playlist.

martedì, maggio 02, 2006

Weights and Measures

Ieri una giuria a Houston ha condannato a 17 anni di prigione una donna ritenuta responsabile (con altri) di aver causato la morte per asfissia e caldo di 19 immigrati. Il 14 Maggio 2003 un gruppo di trafficanti tra Messico e Texas ha chiuso in un container con l'impianto di raffreddamento rotto 74 immigrati. Il resto si puo' facilmente immaginare.

Residente Permanente

Con velocita' assolutamente inaspettata, e con una buona dose di ironia visto il post di sotto, ieri ho ricevuto nella posta la famosa carta verde. Come si puo' notare qui, la carta ha ben poco di verde.

lunedì, maggio 01, 2006

May Day Boycott

La festa del lavoro qui si celebra, come al solito, lavorando. In compenso, oggi sara' una giornata speciale per gli stimati 12 milioni lavoratori illegali. Oggi insceneranno una protesta dimostrativa: non si presenteranno al posto di lavoro. Come a dire, vi facciamo vedere noi quanto siamo necessari alla vostra vita giornaliera. In compenso, ci si aspettano grandi manifestazioni. Il tutto allo scopo di convincere i politici alla legalizzazione degli immigranti, o se non altro ad abbandonare una nuova legge che rende l'essere lavoratori illegali un'offesa penale e non piu' civile. Per gli appassionati dei dettagli linguistici, da notare come nessuno chiami l'azione odierna uno sciopero, ma solo un boicottaggio.

martedì, aprile 25, 2006

Even Steven

Perspective

Come l'estate scorsa, con l'arrivo dei primi caldi gli americani diventano furibondi per l'alto prezzo della benzina. Talmente furibondi che georgdabliu va in giro minacciando gli aggiottatori. Il tutto perche' il prezzo alla pompa ha raggiunto, i media, l'astronomica cifra di 3 dollari al gallone, al litro sarebbero 79 centesimi di dollaro, che al cambio odierno fa circa 64 centisimi di euro.

venerdì, aprile 21, 2006

When the going gets tough

Il Departmnent of Homeland Security ha deciso di portare un attacco frontale all'immigrazione illegale. Allo scopo, ieri ha provveduto ad arrestare piu' di un migliaio di lavoratori illegali. La
novita' risiede nel fatto che per la prima volta sono finiti nei guai i datori di lavoro. Infatti, la strategia futura sembra intenzionati a fornire incentive per dissuadere l'assunzione di immigrati illegali. Qui si osserva che questa strategia ha ben poche possibilita' di funzionare in pratica.

Congratulations

lunedì, aprile 17, 2006

Differences

Nel NYTimes di Domenica, un articolo di Roger Cohen sui diversi atteggimaneti verso il lavoro in America e in Italia.
Italians, too, are unhappy with the advance of "precariousness." This is still a society where a central goal is to be "sistemato" — secured in a paid position, preferably not too labor intensive, that can be held for life and, if possible, passed on to the children.
But is such deep attachment to stability tenable? The general consensus is no. For Italy to survive in a global economy, now that it can no longer devalue the lira to boost its exports, it must become more efficient, more flexible, more precarious. It must dislodge the "sistemati" or get them to work harder. The same is true in much of the rest of Europe.
Such stasis is anathema to Americans, for whom risk, movement and personal ambition are fundamental. Immigrants, who propel constant shifts, protested, too, in recent days, but their banners, saying "We Are America," proclaimed an essential truth: The United States is about the endless possibility of self-reinvention through hard work. It is inseparable from change.
When I became an American citizen last year, I was given a short English test in the form of a dictation. The first sentence was: "I want to be a good American." The second was: "I plan to work very hard every day."

giovedì, aprile 13, 2006

BigPumpkins

Per chi non l'avesse letto, Zucconi sulla rabbia degli italiani all'estero.
Questi sono emigrati temporanei o definitivi che non hanno paura dei comunisti, ma hanno paura dei consolati, nei quali entrano tremando al pensiero dell'incubo burocratico che li aspetta per le pensioni, le eredità, le procure, i passaporti. Trattati troppo spesso non come ospiti graditi, come padroni di casa quali sono, ma come rompicoglioni (cito un altro nostro ex ministro, Scajola): i maltollerati da funzionari overworked and understaffed, dotati di attrezzature tecnologiche da Regno Sabaudo, con fondi tagliati da un governo che non esita a spendere centinaia di migliaia di euro per un'inutile missione elettorale di Berlusconi a Washington, ma non trova i soldi per un cancelliere, un computer, un impiegato di concetto, una linea telefonica in più.
Non credo che l'Italia fuori dall'Italia sia di sinistra. Il primo voto degli italiani all'estero è stato un voto contro il governo, qualsiasi governo gli fosse capitato tra le dita ed è patetico dire oggi che la destra ha perso perché si sono presentati con manciate di simboli mentre l'Unione era, almeno in Nord America, sola. Se la Destra si è sminuzzata è perché la sua arroganza, la sua certezza, erano totali e credevano di giocarsi tra di loro la partita.
Il voto è stato un grido di rabbia che tanti hanno accumulato contro chi li ha sempre ignorati, al massimo trattati con condiscendenza, con una visita pastorale tra marcette, coccarde, pizze e retorica da "mamma luntana". Se il povero ministro Tremaglia che si aspettava una messe di deputati e senatori di destra e passerà invece alla storia come l'artefice della strombatura di Berlusconi, è un segnale di quanto profonda sia la loro insoddisfazione per il Paese che hanno lasciato, per libera decisione o per necessità e nel quale molti di loro, medici, biologi, fisici, chimici, specialisti di informatica vorrebbero anche tornare, se non temessero di essere trattati da idioti.

Elezioni dall'Estero

Su Slate una bella collezione di articoli della stampa di vari paesi su elezioni italiane e ripercussioni delle stesse. Da aggiungere, i reportage di Silvia Poggioli su NPR, gli articoli di Ian Fisher sul NYTimes. Da notare negli USA un generale senso di ironica soddisfazione al pensiero che un evento simile al risultato elettore in Florida nel 2000 si ripeta in altre parti del mondo. A questo si somma il fatto che la stampa non perder occasione per ripetere lo stereotipo degli italiani casinisti, disorganizzati e inaffibili quando si tratta di politica.

mercoledì, aprile 12, 2006

Monnezza Spaziale

martedì, aprile 11, 2006

Italians Abroad

Adesso che siamo diventati pivotal, mi aspetto che ci tratteranno tutti bene a noi iscritti all'Aire. Sara' meglio godersela finche' dura, perche' presto torneremo a non contare una beata fava.

venerdì, aprile 07, 2006

Poetry

Un punto piccoletto,
superbioso e iracondo,
" Dopo di me - gridava -
verrà la fine del mondo! "

Le parole protestarono:
" Ma che grilli ha pel capo?
Si crede un Punto-e basta,
e non è che un Punto-e-a-capo".

Tutto solo a mezza pagina
lo piantarono in asso,
e il mondo continuò
una riga più in basso.

Da Il Dittatore, di Gianni Rodari. Copiato spudoratamente da Marco.

Singalong

giovedì, aprile 06, 2006

Visti da Lontano

Su Slate, Zach Messitte analizza l'impeinding Italian election per il beneficio dei lettori usa, e tenta di trarne lezioni utiliti per l'opposizione a georgdabliu.

mercoledì, aprile 05, 2006

Bi-Zio

Il cinque Aprile, alle quattro di mattina (ma tanto per me erano le dieci di sera), mi ritrovo Zio doppio.

martedì, aprile 04, 2006

Home Players

Sabato sera alla Culla del Gatto c'erano due band di casa. Prima, gli eterei Bowerbirds. Tre giovini, con musica e voci dolci e delicate. Si faranno. Dopo e' toccato ai poproccheggianti Rosebuds. Il loro ultimo album, Birds Make Good Neighbors, contiene del pop che potrebbe vendere a palate. Si tratta di capire se il duo/coppia formato da Ivan Howard e Kelly Crisp riuscira' a fare breccia sul pubblico radiofonico di teenager. A giudicare dall'eta' media al concerto, li vedo ben messi. Tanto sono pop in studio, tanto si danno al rock dal vivo. Ivan ha la personalita' della rockstar nata mentre Kelly sembra piu' tranquilla (ma io sospetto lei fornisca una buona fetta della creativita' musicale). Dal vivo si accompagano con un batterista strepitoso (Lee Waters) che li mantiene ad alto ritmo per tutti i 75 minuti dello show. Aprile i Rosebuds lo passano in Europa...

martedì, marzo 28, 2006

Solos

Ieri sera, nella culla del gatto, due uomini e tre chitarre. Apre Patrick Park, ragazzone nato in Colorado ma trapiantato a Los Angeles. Chitarra acustica eoce davvero stupenda, ma il ragazzo si strugge e si angustia un po' troppo per i miei gusti; verrebbe da dirgli "cheer up and relax, man". Forse col tempo.
Poi si passa a Bob Mould. Chitarra acustica a batteria prima, e fender azzurra poi, Bob ha 46 anni ma tanta voglia di suonare. Parte con Wishing Well e si muove avanti e indietro nella sua discografia con gran piacere, suo e del pubblico. Siamo in pochi, forse un centinaio, piu' o meno comodamente seduti e abbastanza quieti. Lui cerca la chiacchera, ma poi si arrende all'umore del pubblico. Ne viene fuori uno show molto intimo e assolutamente strepitoso. Bob da l'impressione di divertirsi molto, e il pubblico e' in sollucchero, il tutto per novanta minuti. Alla fine, mette giu' le chitarre, si siede sul bordo del palco, ed e' pronto a chiaccherare e firmare copie dei dischi per chi ne abbia voglia.

venerdì, marzo 24, 2006

Tribuna Politica International II

Nella seconda tribuna elettorale per gli Italiani all'estero, Terza Circoscrizione (America Centrale e Settentrionale), si sono fronteggiati a New York: Augusto Sorriso, Antonio Cardillo, Berardo Paradiso, Salvatore Rappa, Domenico Serafini, Silvana Mangione.

mercoledì, marzo 22, 2006

Tribuna Politica International

Altro che Romano contro Silvio! La vera tribuna elettorale televisiva e' quella per gli Italiani all'estero prodotta da Rai International. Nella ripartizione 3 degli Italiani all'estero (America Settentrionale e Centrale), si sono affrontati nella prima tribuna elettorale i seguenti candidati: Gino Bucchino, John Adamo, Giovanni Rapana', Rocco Di Trolio, Vittorio Coco, Carlo Consiglio, Paolo Ariemma, e Guido Renzi (i siti che mancano non costituiscono un commento politico, ma un commento sulla mia mancanza di tempo per una google search piu' approfondita).

mercoledì, marzo 15, 2006

Italy in the News: Boring

NYTimes e Washington Post concordano: dibattito noioso, ma Prodi vince di misura. Notevole, in entrambi gli articoli, il tentativo di dare informazione sulla politica Italiana in pochi paragrafi.

domenica, marzo 12, 2006

Senza Titolo

Al contratio di quanto si potrebbe pensare passando di qua, sono vivo e vegeto. Niente come tre scadenze al lavoro e i parents in visita per ridurre il tempo libero a zero.

giovedì, marzo 02, 2006

Chewing Art

Ragazzino attacca una cicca su di un dipinto in un museo di Detroit: sospeso dall scuola e punito dai genitori. Questo il quadro:
Una curatrice del museo ha detto quanto segue:
Becky Hart, assistant curator of contemporary art at the museum, said she had tried to explain to the boy how the museum helped preserve works of art.
"I knew that probably wouldn't make any sense to him, so I asked him what kind of music he liked," Ms Hart told the Detroit Free Press.
"He said he liked rap, so I said: 'Well, you know what rock and roll is,' and he did. "So I said: 'Can you imagine if somebody had messed up the beat in rock and roll so you didn't have any rhythm in rap.' And he looked at me, and he got it immediately."

mercoledì, marzo 01, 2006

TrepuntoQuattro

Uno e' tranquillo che discute al telefono di incentive compatibility ed ecco che la voce dall'altra parte della linea fa: "I think we're having an earthquake." Pero' era piccolo piccolo, e dopo qualche battuta si va avanti per altri dieci minuti, fino a quando "Oh, I think this is much stronger". A quel punto si dice: "esci dal palazzo a dieci piani e richiamami quando sei fuori che e' meglio". Solo un 3.4 sulla scala Richter, nulla di cui preoccuparsi.

martedì, febbraio 28, 2006

Toy

Mi e' appena arrivat un giocattolo nuovo :-)

venerdì, febbraio 24, 2006

Generoso?

Boone Pickens appare in quinta posizione nella lista degli americani piu' generosi di cui parlavo qui. In parte grazie ad una donazione di 165 milioni di dollari a favore di Oklahoma State Univetsity, dedicata a finanziare le attivita della squadra di golf dell'universita'. Mr. Pickens si guadagna da vivere come proprietario di un hedge fund, una societa' finanziaria che gestisce fondi di facoltosi individui. I soldi che ha donato a OSU sono stati immediatamente (nel giro di un'ora) reinvestiti nella societa' di sua proprieta'. Il tutto ha un forte beneficio fiscale e, data la legislazione corrente, non e' illegale.

mercoledì, febbraio 22, 2006

Doctors Within Borders, Update

E' stata rinviata a data da destinarsi l'esecuzione di Michael Morales. Il direttore di San Quentin non e' stato in grado di trovare un medico che volesse ammministrare la dose letale di medicinali necessaria alla morte del condannato. La data definitiva dell'esecuzione dipendera' da possibili modifiche al modo in cui la California giustizia i condannati a morte.

martedì, febbraio 21, 2006

Bye Bye Larry

Dopo cinque anni turbolenti, Larry Summers, presidente della piu' prestigiosa universita' Americana, e' stato costretto a dimettersi. Parecchie cose positive nella sua gestione, ma anche alcuni passi falsi molto negativi. Alla fine, e' stato condannato dall'inimicizia di una larga parte del corpo docente di Harvard.

Violence

In Nigeria, una folla di cristiani ha dato fuoco a moschee e ucciso una dozzina di musulmani. Questo dopo che violenza di segno opposto aveva provocato la morte di numerosi cristiani e la distruzione di alcune chiese.

Doctors Within Borders

L'esecuzione di Michale Morales a San Quintino e' stata rinviata. Motivo: una controversia sulle droghe usate per uccidere il condannato. Pare che il cocktail di medicinali usati entri in azione troppo lentamente violando la legge che vieta "cruel and unusual punishment". Gli avvocati di Morales hanno quindi ottenuto che un giudice intimasse allo stato della California di cambiare la composizione dei medicinali, o in laternativa di avere un anestesista presente all'esecuzione per rendere il condannato incosciente prima della somministrazione delle droghe. Il giudice ha nominato due anestesisti e l'esecuzione era programmata per ieri notte. Entrambi gli anestesisti, pero', si sono rifiutati di partecipare.

lunedì, febbraio 20, 2006

Generosi

Ogni anno, Slate pubblica la lista dei 60 maggiori filantropi dell'anno. Quest'anno conduce Cordelia Scaife May che ha lasciato in eredita' a varie associazione la modica cifra di 404 milioni di dollari; in seconda posizione Bill e Melinda Gates, che hanno donato alla loro fondazione la bellezza di 320 milioni di dollari. Altri famosi nella top ten sono George Soros (205,9 milioni), David Rockfeller (225 milioni),e Michael Bloomberg (144 milioni). Ted Turner, con 67,6 milioni di dollari, e' solo quindicesimo. L'ebbrezza del donare, e' cosi' descritta da Turner a Sebastain Mallaby:
Ted Turner always got a buzz from giving. I had breakfast with him once in a sedate Washington hotel, and he explained how charity could juice him. He'd made his first big donation back in the 1980s, and his hand had trembled uncontrollably as he signed away his chances of becoming the world's richest man. But having given money away once, he found he wanted to give more; charity became compulsive. As Turner explained this, he yelled and waved his arms around for emphasis, alarming the sleepy breakfasters at nearby tables. Giving could be an addiction, like alcohol or drugs, Turner proclaimed. "Like sex!" he roared enthusiastically.

venerdì, febbraio 17, 2006

Costs

Ieri l'amministrazione di georgdabliu ha richiesto extra 65 miliardi di dollari per la guerra in Afghanistan e Iraq. Questo porta il totale speso sinora a 400 miliardi di dollari, e se ne prevedono 500 per la fine del 2007. Secondo Wikipedia, in Afghanistan vivono 29.928.987 persone, mentre in Iraq ne vivono 26.074.906. Un semplice calcolo mette la spesa pro-capite a 8.928 dollari (35.712 per un nucleo familiare di quattro persone). Viene da chiedersi cosa sarebbe successo se invece di "vincere cuori e menti" con un'operazione militare uno avesso cercato di comprarle.

giovedì, febbraio 16, 2006

Wrong Time, Wrong Place

Su Slate, Dahlia Lithwick parla di tre recenti rapporti su Guantanamo. Diversamente da quello odierno tutto incentrato su casi di tortura contro i prigionieri, i primi due riguardano la situazione legale dei prigionieri e la sostanza delle accuse nei loro confronti. Corine Hegeland sul National Journal descrive i dossiers riguardanti 132 prigionieri. La stragrande maggioranza di questi prigionieri non puo essere collegata a nessun atto ostile nei confronti degli Stati Uniti. Tra questi 132 ci sono molti esempi di "colpevolezza per associazione". Un secodno studio, redatto da un professore di legge in collaborazione con uno degli avvocati difensore di alcuni dei prigionieri, raggiunge simili conclusioni. In sostanza, pare proprio che per la maggior parte dei prigionieri di Guantanamo la detenzione sia probabilmente il risultato dell'essere nel posto sbagliato al momento sbagliato (per non parlare del fatto che il governo americano pagavo somme esorbitanti a chiunque gli consegnasse un terrorista). Nell'analisi della Lithwick, nessuno dei motivi citati per non liberare i prigionieri makes sense. Quale la ragione di queste detenzioni, dunque?
The only real justification for the continued disgrace that is Guantanamo is that the government refuses to admit it's made a mistake. Releasing hundreds of prisoners after holding them for four years without charges would be big news. Better, a Guantanamo at which nothing has happened in four years. Better to drain the camp slowly, releasing handfuls of prisoners at a time. Last week, and with little fanfare, seven more detainees were let go. That brings the total number of releasees to 180, with 76 transferred to the custody of other countries. Are these men who are quietly released the "best of the worst"? No. According to the National Journal one detainee, an Australian fundamentalist Muslim, admitted to training several of the 9/11 hijackers and intended to hijack a plane himself. He was released to his home government last year. A Briton said to have targeted 33 Jewish organizations in New York City is similarly gone. Neither faces charges at home.
Guantanamo represents a spectacular failure of every branch of government. Congress is willing to pass a bill stripping courts of habeas-corpus jurisdiction for detainees but unwilling to probe what happens to them. The Supreme Court's decision in Rasul v. Bush conferred seemingly theoretical rights enforceable in theoretical courtrooms. The right to challenge a government detention is older than this country and yet Guantanamo grinds on.
It grinds on because the Bush administration gets exactly what it pays for in that lease: Guantanamo is a not-place. It's neither America nor Cuba. It is peopled by people without names who face no charges. Non-people facing non-trials to defend non-charges are not a story. They are a headache. No wonder the prisoners went on hunger strikes. Not-eating, ironically enough, is the only way they could try to become real to us.

Drinking Arguments

Mash No More

L'ultima unita' del Mobile Army Surgical Hospital chiude i battenti oggi. L'ultima missione e' stata in Pakistan, per aiutare le vittime del terremoto. E' la fine di un pezzo dell'esercito reso famoso da un film e una serie televisiva geniali e irriverenti.

mercoledì, febbraio 15, 2006

Shooting Vice

La settimana politica sta andando malissimo per l'amministrazione di georgdabliu. Tutto a cause di un incidente di caccia: il vp Dick Cheney ha sparato ad un compagno durante una battuta di caccia alla quaglia. Dopo molti tentannamenti, oggi si e' scusato in pubblico. Su quest'ultima storia i pettegolezzi sono scatenati. La storia in se e' degna di un film di Toto': le quaglie in questione crescono in cattivita' e non hanno ali e la caccia avviene in macchina. Le battute si sprecano e, al solito, il meglio viene da Jon Stewart
The vice president is standing by his decision to shoot Harry Whittington. According to the best intelligence available, there were quail hidden in the brush. . . . And while the quail turned out to be a 78-year-old man, even knowing that today Mr. Cheney insists he still would have shot Mr. Whittington in the face. . . . To not have shot his friend in the face would have sent a message to the quail that America is weak.

Pictures

Dall'Australia nuove, raccapriccianti, immagini di tortura ad Abu Ghraib. Trasmesse per la prima volta da SBS TV, sono fonte di nuovi imbarazzi nell'amministrazione di georgdabliu.

martedì, febbraio 14, 2006

DeCoubertiniano

Via Il Settebello, un blog che celebra chi arriva ultimo nelle gare olimpiche: DFL. Come dice il sottotitolo: because they're there, and you're not.

Pagliuzze e Travi

Uno degli scandali che in questi giorni infastidiscano l'amministrazioine americana riguarda l'abilita' di spiare telefonate e altre comunicazioni di privati cittadini senza autorizzazione giudiziaria. Su Slate, Eric Weiner scrive che, rispetto a quello che possono fare aluni governi Europei (Italia, Gran Bretagna, e Olanda in particolare), l'amministrazione di georgdabliu e' accusata di quisquilie.

Democracy Is A Bitch, continued

Scrive Steven Erlanger sul NYTimes
The United States and Israel are discussing ways to destabilize the Palestinian government so that newly elected Hamas officials will fail and elections will be called again, according to Israeli officials and Western diplomats.
The intention is to starve the Palestinian Authority of money and international connections to the point where, some months from now, its president, Mahmoud Abbas, is compelled to call a new election. The hope is that Palestinians will be so unhappy with life under Hamas that they will return to office a reformed and chastened Fatah movement.

lunedì, febbraio 13, 2006

Niente Surf

Venerdi' sera ho visto i Nada Surf. Tre ragazzini che sul palco si divertono non poco, mentre producono un pop molto rockeggiante che diverte assai il pubblico. Vendono piu' in Europa che negli States, quindi non credo abbiano bisogna di molta pubblicita', ma se passano dalle vostre parti andate a vederli (qui un minishow da Morning Becomes Eclectic).

sabato, febbraio 11, 2006

Interview

Sul SFChronicle, un'intervista di Anna Badkhen ad Ahmed Abu Laban, imam di una moschea a Copenhagen.

giovedì, febbraio 09, 2006

Feeding Chair

Sul NYTimes, Tim Golden narra di come le autorita' Americane a Guantanamo stiano cercando di porre fine a scioperi della fame da parte di alcuni detenuti (ripreso qui e qui). In sostanza, si tratta di alimentazione forzata con contemporanea costrizione dei movimenti cosi' che sia impedito al detenuto di vomitare il cibo che ha ingerito a forza. Il tutto implemtentato con delle speciali sedie (vedi foto).

American Perspective

mercoledì, febbraio 08, 2006

Love Thy Earth

86 leader evenagelici cristiani hanno firmato una lettera che esprime la loro preoccupazione su global warming e altre cause ambientaliste. La lettera e' una chiamata alle armi a favore di atti legislativi che limitino l'emissione di CO2 e altri meccanismi tesi a diminuire il rischio di catastrofi ambientali.

martedì, febbraio 07, 2006

Doppio Canadese

Ieri sera alla Cuccia del Gatto ho visto Jason Collett e (ri)visto Feist: entrambi Canadesi, ed entrambi singer-sognwriter. JC e' stato remerkable; un po' dylaniano un po' davidgray, ottima voce, e band di accompagnamento che macina. Lui ha un look un po' alla tomwaits, e l'avvocato l'ha definito "very radio ready"; una predizione che anch'io credo si avverera'. Lo show mi e' piaciuto abbastanza da comprare il CD di Idols of Exile seduta stante. Feist, dopo un'apparizione per duettare con JC, si presenta da sola e inizia con sola voce. La ragazza ha una voce da sballo, e questa volta ha anche un'ottima band di accompagnamento. Avendola ascoltata dal vivo e su disco, devo dire che di solito dal vivo e' molto meglio (il disco e' a volto un po' artificiale). La prima mezzora e' davvero bella, poi il tutto si e' afflosciato un po'. Concerto comunque bello. Si tornera' alla Cuccia del Gatto venerdi' per vedere Nada Surf.

Travel

Per la gioia di Fracci, e di chiunque altro voglia dirigersi alla South Island, avventure Neozelandesi su Slate.

lunedì, febbraio 06, 2006

Supercoppa: il Girono Dopo

Miglior cibo: chili vegetariano e mini quiches a pari merito. Miglior vino: Mouiln-a-vent by Prestige. Miglior spot: Fedex (i cavernicoli). La partita? Pittsburgh pessimi, ma Seattle inguardabili, quindi vincono i primi nel superbowl tra due squadre veramente mediocri.

domenica, febbraio 05, 2006

Supercoppa

Oggi pomeriggio, inizio alle 18:18, la Partita numero quaranta. La partita sara', io temo, molto noiosa. Adesso, gli scommettitori dicono che Pittsburgh vince con piu' del 60% di probabilita'. Io sono piu' o meno daccordo, ma guardero' lo stesso. Infatti, dopo qualche anno di assenza, ci sara' un piccolo Superbowl party chez Zio. Il menu' prevede: hummus (fatto in casa) e salsa (comprata) con tortilla chips e patatine di diversi tipi, bruschetta, chili vegetariano, insalata, e dolce a sorpresa. Junk food, ma dietetico, tanto per capirci. Da bere: birre (Sierra Nevada e Yuengling), ma soprattutto vino a fiumi (junk food va bene, ma junk alchool non se ne parla proprio). Il pubblico sara' di una decina di persone, di cui forse 4 o 5 guarderanno la partita con interesse. Nazionalita' sparse, europei a maggioranza, con al massimo un paio di americans. Oggetto del vedere sara' non solo la partita, ma le pubblicita', e lo show all'intervallo (Rolling Stones dal vivo). Il tutto avviene a casa mia grazie al seguente oggetto, capace di ricevere segnali TV ad alta definizione.

venerdì, febbraio 03, 2006

Telegram Is Dead Stop

Democracy Is a Bitch

In un discorso al National Press Club, rummy ieri ha detto a proposito del presidente Venezuelano Hugo Chavez:
"He's a person who was elected legally -just as Adolf Hitler was elected legally".

giovedì, febbraio 02, 2006

E Se Lombroso Avesse Ragione?

Sense of Humour

Rebecca Sinderbrand scrive da Ramallah di come i Palestinesi vivano il dopo elezioni. Degna di nota la barzelletta sulla bocca di tutti in questi giorni.
With fundamentalist Hamas in charge, all police stations in the Palestinian Authority are being shut down. From now on, all complaints will have to be filed directly to God.

mercoledì, febbraio 01, 2006

Exploitation

Mentre tutti parlano di come nel discorso sullo stato dell'unione georgabliu si sia profuso nell'affermare che il paese deve del ridurre la dipendenza dal petrolio e non deve dubitare che la guerra sia sulla strada giusta, in pochi notano il passaggio piu' disgustosamente mellifluo e sfruttatore delle disgrazie umane.
Our men and women in uniform are making sacrifices -- and showing a sense of duty stronger than all fear. They know what it is like to fight house to house in a maze of streets … to wear heavy gear in the desert heat … to see a comrade killed by a roadside bomb. And those who know the costs also know the stakes. Marine Staff Sergeant Dan Clay was killed last month fighting the enemy in Fallujah. He left behind a letter to his family, but his words could just as well be addressed to every American. Here is what Dan wrote: “I know what honor is. It has been an honor to protect and serve all of you. I faced death with the secure knowledge that you would not have to…. Never falter! Don’t hesitate to honor and support those of us who have the honor of protecting that which is worth protecting.”

Staff Sergeant Dan Clay’s wife, Lisa, and his mom and dad, Sara Jo and Bud, are with us this evening. Our Nation is grateful to the fallen, who live in the memory of our country. We are grateful to all who volunteer to wear our Nation’s uniform -- and as we honor our brave troops, let us never forget the sacrifices of America’s military families.
Avessero potuto trascinare davanti al televisore qualche famiglia solo parzialmente scampata all'uragano Katrina l'avrebbero anche fatto, ma probabilmente non hanno trovato nessuno che aveva voglia di farsi usare a quel modo.

martedì, gennaio 31, 2006

Speech Day

Nel giorno che passera' alla storia come il momento in cui la Corte Suprema divento' molto piu' conservatrice, georgdabliu terra' l'annuale discorso sullo stato dell'unione. In spirito questo e' simile al discorso di fine anno del nostro presidente della repubblica, ma in realta' e' una cosa completamente diversa. Primo, perche' si tiene davanti all'intero parlamento, e quindi contiene un sacco e una sporta di retorica messa li solo per ricevere gli applausi dei parlamentari. Il presidente dice: ''Questa e' la nazione migliore del mondo" e giu' gli applausi a scena aperta che mica vuoi farti vedere che non pensi che sia vero. Ricordo il mio primo State of the Unione address. Trattavasi di george padre, e l'ammontare di retorica diede allo stomaco. Ero fresco fresco di arrivo in questo paese (inizio '92) e mi chiedevo come diavolo si fa a sopportare un'ora filata di discorsi simili. E non pensate che siano solo i Rupublicans, che Clinton in quanto a retorica manco scherzava. La verita e' che nessuno ascolta. E' puro show. Come nota John Dickerson su Slate, e' il discorso piu' sciocco dell'unione, con toni celebratori piu' da monarchia che da stato repubblicano. Al massimo ci saranno un paio di catchphrases da poter essere utilizzate dalle prime pagine dei giornali e da tutti i commentatori (axis of evil, per esempio). Io, come faccio da anni, non guardero'. Troppo noioso.

lunedì, gennaio 30, 2006

Turing Club

Sul New Yorker, Jim Holt scrive della biografia di Alan Turing appena pubblicata da David Leavitt. Turing, matematico e logico extraordinaire, la cui omonima ''macchina'' e' alla base del computer, e' anche famoso per avere decifrato alcuni codici nazisti. Nella mia ignoranza, io non sapevo che fosse gay e che fosse morto suicida.

domenica, gennaio 29, 2006

For Sale

venerdì, gennaio 27, 2006

Alcoholics Altruistic

Sulla Carta dei Vini del ristorante dove sono andato ieri sera si legge:
Bottles of Change is Restaurant XXXXXX’s charitable giving program through which guests help support deserving nonprofit organizations. Each month, a new non-religious and non-political organization is selected to be the recipient of XXXXXX’s fund-raising proceeds. A portion of the price ($.50 per glass and $2.00 per bottle) of the Bottles of Change featured wines, identified on the list above, will be donated to the month’s charity. It’s a painless way to give to charity, and you get to enjoy a glass of wine for your good work. Not bad. And, if you’d like to give a little more to the featured charity, we’ve placed a bottle (for change) at the front door so you can drop coins, bills, or checks in it as you make your way out the door.
Ho donato in abbondanza: un Barbaresco del '99 (Produttori) e un Petit Sirah del '01 (Sean Thackery, Sirius). Per i curiosi, Sirius e' un vino strepitoso.

giovedì, gennaio 26, 2006

alt.country.rock night

Ieri sera al rodeo ottimo double bill: Tift Merrit prima e Son Volt poi. Lei e' una cantautrice, astro nascente del country rock alternativo. A bundle of energy, che sul palco appare molto diversa dal melodico suono in studio. Grande voce, cui un po' di raucedine ieri sera dava un tono alla Janis Joplin. Parlando di voce, Son Volt e' una rodata macchina da rock con toni country, al cui centro si trova la voce del leader indiscusso Jay Farrar. Voce dal tono elettrico e rilassato allo stesso tempo. Cosi' e' il concerto, che passa da toni initimi a uno scatenato country psichedelico. Osservazioni antropologiche: era un po' che non andavo ad un conerto dove mi sento a mio agio con l'eta' media del pubblico; il tasteriasta era asian, una vera rarita'.

lunedì, gennaio 23, 2006

Numeri

Quasi 24. Sono gli anni di prigione che si e' fatto Alan Crotzer. E' stato condannato nel 1982 per aver stuprato una donna di trentotto anni e una bambina di dodici. 130 sono gli anni di prigione cui Alan Crotzer e' stato condannato. Quasi 2 sono gli anni passati dal Febbraio 2004 quando un laboratorio ha attestato che l'evidenza del DNA escludeva Crotzer come possibile colpevole dei delitti per cui era stato condannato. Oggi, Alan Crotzer e' un uomo libero. E non e' nemmeno troppo incazzato.

giovedì, gennaio 19, 2006

Google Alphabet

un gioco di societa' per nerds: chi si nasconde dietro la lettera secondo Google?
A prevedibile
B
C solo per newsjunkies
D
E
F
G non proprio quello che mi aspettavo
H
I
J
K
L questo e' il piu' imprevedibile
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W e chi altro se non lui
X
Y
Z scherzo, questo e' quello vero.

mercoledì, gennaio 18, 2006

Son Soddisfsazioni

Preveggenza

This conjunction of an immense military establishment and a large arms industry is new in the American experience. The total influence -- economic, political, even spiritual -- is felt in every city, every State house, every office of the Federal government. We recognize the imperative need for this development. Yet we must not fail to comprehend its grave implications. Our toil, resources and livelihood are all involved; so is the very structure of our society.

In the councils of government, we must guard against the acquisition of unwarranted influence, whether sought or unsought, by the militaryindustrial complex. The potential for the disastrous rise of misplaced power exists and will persist.

We must never let the weight of this combination endanger our liberties or democratic processes. We should take nothing for granted. Only an alert and knowledgeable citizenry can compel the proper meshing of the huge industrial and military machinery of defense with our peaceful methods and goals, so that security and liberty may prosper together.

...

Down the long lane of the history yet to be written America knows that this world of ours, ever growing smaller, must avoid becoming a community of dreadful fear and hate, and be instead, a proud confederation of mutual trust and respect.

martedì, gennaio 17, 2006

Lotteria Verde

Uno dei modi di ricevere la famosa Green Card, il permesso di residenza permanente, e' di vincere una lotteria. Cosi' tipicamente Americano che si possa avere il diritto di entrare in questo paese solo per culo. Detto questo, lo scopo della lotteria e' di aumentare la diversita' di origine dei residenti. Non sono ammessi cittadini di paese come Cina e India che sono gia' ben rappresentati, mentre sono ammessi cittadini di Libia, Siria, e Corea del Nord. In sostanza, basta avere un diploma liceale e una foto in formato elettronico per fare domanda. Le probabilita' di vincere sono molto piu' alte di quelle dell'Enalotto: 1 su 118. La lotteria per il 2007 e' in corso (le domande venivano accettate fino ai primi di Dicembre dell'anno scorso) e tra non molto i sorteggiati riceveranno una lettera dal Dipartimento di Stato. Sul New Yorker di questa settimana, Dan Baum scrive di Raul, un ignegnere Peruviano abbia vinto e deciso di andare in America, anche se una volta li' le prospettive economiche non siano molto rosee.

lunedì, gennaio 16, 2006

Senza Tetto

The Los Angeless Homeless Service Authority ha appena terminato uno studio che stima la popolazione dei senza casa nella contea ad oltre 81000. In altre parole, un abitante qualunque su 110 non sa dove andare a dormire. Dal sommario si evince che circa il 75% di questi e' diventato senza casa mentre viveva a Los Angeles e che il totale degli homelss in California raggiunge quasi 200000. Non stupisce che il sindaco abbia definito LA la capitale dei senzatetto. Sul da farsi si discute da molte parti.

sabato, gennaio 14, 2006

Heat or Eat

Il freddo invernale e l'aumento del prezzo dell'olio da riscaldamento significa che molte famiglie devono scegliere se riscaldare la propria casa o mettere cibo in tavola. Weekend America oggi ha trasmesso la storia di una coppia di anziani del New Hampshire che vive col dilemma cibo o caldo e un'intervista con la responsabile di un programma di assistenza a Chicago che aiuta anziani che non posso altrimenti permetterselo a procurarsi olio da riscaldamento.

venerdì, gennaio 13, 2006

Back to School

Tulane University, l'universita' privata piu' famosa di New Orleans, ieri ha riaperto agli studenti dopo che Katrina ne aveva forzato la chiusura mesi fa. Sara' un caso, o forse no, che nello stesso giorno georgdabliu sia tornato a visitare New Orleans.

mercoledì, gennaio 11, 2006

Health vs. Profits

Il NYTimes sta pubblicando una serie di articoli sul diabete e i suoi effetti. L'articolo di oggi speiga come spesso puo' sorgere un conflitto tra profitto e salute. Da un lato la cosa migliore e' fornire prevenzione, che costa poco e genera bassi proftti, dall'altro la cosa migliore e' preoccuparsi solo dei sintomi del diabete senza prevenirli, costa parecchio e genera alti profitti. In questi due grafici alcuni esempi.

martedì, gennaio 10, 2006

Readings

Il racconto e' una specie in via d'estinzione. O forse lo e' sempre stato e sono io ad essere ignorante. Ci vuole un'arte tutta particolare per saper scrivere racconti. Bisogna saper andare al sodo in fretta, ma allo stesso tempo dare spessore ai personaggi. Pochi scrittori sono diventati acclamati per i loro racconti. Tutto questo per dire che i racconti di Alice Munro rappresentano genio puro. Ho appena finito di leggere The Love of a Good Woman (tradotto qui) ed e' senza dubbio un capolavoro. Capolavoro di uso della lingua. Capolavoro nel saper catturare l'interesse del lettore in poche righe e non lasciarselo piu' sfuggire. Non sono un critico, e quindi tutto quel che posso fare e' mettere qualche link a recensioni varie.
Il passaggio di seguito, e' tratto da Jakarta, una delle storie in The Love of a Good Woman.

There is an unpaved crescent road serving the houses, and joined at either end to Marine Drive. The enclosed semicircle is full of tall trees and an undergrowth of ferns and salmonberry bushes, and various intersecting paths, by which you can take a shortcut out to the store on Marine Drive. At the store Kath and Sonje will buy takeout French fries for lunch. More often it's Kath who makes this expedition, because it's a treat for her to walk under the trees--something she can't do anymore with the baby carriage. When she first came here to live, before Noelle was born, she would cut through the trees nearly every day, never thinking of her freedom. One day she met Sonje. They had both worked at the Vancouver Public Library a little while before this, though they had not been in the same department and had never talked to each other. Kath had quit in the sixth month of pregnancy as you were required to do, lest the sight of you should disturb the patrons, and Sonje had quit because of a scandal.

Or, at least, because of a story that had got into the newspapers. Her husband, Cottar, who was a journalist working for a magazine that Kath had never heard of, had made a trip to Red China. He was referred to in the paper as a left-wing writer. Sonje's picture appeared beside his, along with the information that she worked in the library. There was concern that in her job she might be promoting Communist books and influencing children who used the library, so that they might become Communists. Nobody said that she had done this--just that it was a danger. Nor was it against the law for somebody from Canada to visit China. But it turned out that Cottar and Sonje were both Americans, which made their behavior more alarming, perhaps more purposeful.

Prison Peace

Su Slate, in una serie di cui oggi appare la seconda puntata, Julian Davis Mortenson descrive la vita all'interno della prigione del tribunale delle Nazioni Unite a Scheveningen, sulla costa Olandese. Il tutto osservato con gli occhi di Tim McFadden che arriva ad essere direttore del luogo con alle spalle l'esperienza delle prigioni "politiche" in Irlanda. Nota ironicamente Mortenson che la vita all'interno della prigione e' un modello di convivenza multietnica; propria la convivenza cui molti dei prigionieri si sono opposti mentre in liberta'.

lunedì, gennaio 09, 2006

Ooohhhh, New England

Niente come quattro giorni e mezzo a Boston per farmi ricordare quanto tremendo sia il freddo del New England. La domanda e': come diavolo ho fatto a vivere in un posto cosi' freddo per anni? Ad essere onesti, io stavo un pochettino piu' a sud dove la temperatura e', mi dicono, sensibilmente piu' mite. Come ormai da tradizione, ecco qualche suggerimento culinario se vi capitasse di essere nell'area del Commonwealth: sushi da Ginza (che e' in realta' a Chinatown), tapas da Tapeo, e infine un bar niente male, Sonsie.

venerdì, gennaio 06, 2006

Cappuccino Economics

Gli appassionati di Starbucks sanno che esiste un capuccino non sul menu' ufficiale. Si chiama short, e se lo ordinate in un qualunque Starbucks nessuno battera' ciglio. E' piu' piccolo del piu' piccolo cappuccino ufficiale (che si chiama tall) e costa meno, ma contiene lo stesso ammontare di caffe'. Da ogni punto di vista e' meglio degli altri e costa di meno, eppure non esiste nel menu'. Tim Harford, su Slate, spiega le ragioni economiche di questa scelta: price discrimination.

giovedì, gennaio 05, 2006

Punizioni

Pat Robertson e' un leader religioso famoso per le sue uscite "estemporanee". Non molto tempo fa disse che gli USA avrebbero dovuto assasinare il presidente Venezuelano Chavez, perche' avrebbe fatto risparmiare dei soldi. Oggi, nel suo programma televisivo 700 Club, ha detto che l'infarto di Sharon e' una punizione divina; punizione per aver tentato di dividere la terra del signore; punizione che, ai tempi, tocco' anche a Rabin (reo dello stesso tipo di azione).

Corni Lunghi 41, Troiani 37

Ieri sera si e' giocato il Rosebowl, finale della stagione a livello college di football americano. Con grande sorpresa di tutti, I Corni Lunghi della Universita' del Texas hanno battuto i Troiani (si i Troiani) dell Universita' della Southern California. La vittoria va attribuita a due fattori. Da un lato la difesa del Texas ha tenuto sotto controllo i running backs di USC (uno di loro ha vinto il premio di miglior giocatore di football di college qualche giorno fa). Dall'altro il quarterback di Texas, tale Vince Young di cui gli appassionati di football sentiranno parlare molto molto presto, che da solo ha messo sotto la difesa avversaria: 200 yard di corsa e 267 yard di passaggi. Il touchdown vincente messo a segno con meno di venti secondi rimasti nella partita: University of Texas 41, University of Southern California 37.

mercoledì, gennaio 04, 2006

Intelligent Sketch

Il consiglio educativo di Dover PA e' stato da poco eletto sulla base di una piattaforma contraria all'insegnamento della teoria del disegno intelligente nelle scuole. Come promesso, ha subito revocato la decisione presa dal consiglio precedente in proposito.

Late as Usual

Si va in New England per qualche giorno e, come al solito di recente, il volo Delta e' in ritardo prima ancora che io arrivi in aereoporto. Prima o poi arrivo.

Capitale Corrotta

Ieri e' arrivata la seconda puntata di un terremoto politico le cui dimensioni sono ancora difficili da misurare. Jack Abramoff, lobbista e republican, si e' dichiarato colpevole di truffa ed evasione fiscale. Come parte del pattegamento, se la cavera' con una condanna attorno ai dieci anni se collabora con l'inchiesta ancora in corso. L'accusa e' di aver pagato dei parlamentari in cambio di favori per i suoi clienti. La lista dei parlamentari coinvolti non e' nota, e da piu' parti si specula su chi possa essere coinvolto. Questo sara' lo scandalo dei prossimi mesi e potrebbe avere ripercussioni serie sulle elezioni parlamentari del prossimo novembre. Da ieri, i congressmen che hanno ricevuto soldi da Abramoff, sono 220, dormono sonni poco tranquilli. Il piu' famoso tra questi e' Tom DeLay (che ha anche altri guai giuridici), ma altri saranno di sicuro coinvolti nel prossimo futuro.

martedì, gennaio 03, 2006

Poveri Cavialini!

Le Nazioni Unite hanno deciso di imporre un blocco alle esportazioni di caviale. Lo storione e' ormai tra le specie in pericolo di estinzione e i paesi esportatori non riescono a tenerne sotto controllo la pesca.

lunedì, gennaio 02, 2006

I Giorni delle Zuppiere

La stagione del football americano, versione college, finisce mercoledi' sera. Il finale di stagione avviene sempre durante i primi 3-4 giorni dell'anno nuovo, e contiene una serie infinita di partite. Oggi, per esempio, si giocano Cotton Bowl, Fiesta Bowl, e Sugar Bowl; domani tocca all'Orange Bowl e la finalissima di Mercoledi' e' il Rose Bowl. I bowls si giocano sempre negli stessi posti (l'Orange Bowl a Miami e il Rose Bowl a Pasadena, per esempio). In termini di calcio nostrano e' come se fossero delle Coppe cui le squadre vengono assegnate a seconda della loro performance durante la stagione. Questo e' l'unico esempio nello sport Americano in cui non si giocano normali playoff, ma e' invece una giuria di specialisti a decidere chi sono le due squadre che si affronteranno nelle varie coppe. Questa selezione e' sempre fonte di polemiche e da lungo tempo si discute se passare al sistema dei playoff. Quest'anno le polemiche sono sottotono visto che a Pasadena si affronteranno le uniche due squadre imbattute della stagione: i Longhorns della University of Texas e i favoritissimi Trojans della University of Southern California.

domenica, gennaio 01, 2006

Informazioni Utili

Dal NYTimes di oggi, come combattere i disagi da post-sbronza. C'e' un sito dedicato allo scopo, ma un articolo pubblicato sul British Medical Journal suggerisce nessuno dei rimedi proposti e' davvero efficace.

sabato, dicembre 31, 2005

Happy New Year

Buon anno

venerdì, dicembre 30, 2005

Surprise

Uno arriva in ufficio fresco fresco il 30 Gennaio alle 9:15am per scoprire che, senza preavviso alcuno, oggi e' giorno festivo e non lavora (quasi) nessuno.

giovedì, dicembre 29, 2005

Welcome

Benvenuti. Mettetevi comodi e sgranchite pure le gambe. Per adesso, non molto di nuovo da segnalare se non il passaggio al rosso. Per i nerds, due nuovi statistics sites: tracksy e sitemeter. Infine, da notare non solo la nuova casa ma un nuovo indirizzo di posta: loziodamerica at gmail dot com.

venerdì, dicembre 23, 2005

Xmas Spirit

Non c'e' epoca dell'anno piu' gentile e buona, per il mondo dell'industria e del commercio, che il Natale e le settimane precedenti. Sale dalle vie il tremulo suono delle zampogne; e le societa' anonime, fino a ieri freddamente intente a calcolare fatturato e dividendi, aprono il cuore agli affetti e al sorriso. L'unico pensiero dei Consigli d'amministrazione adesso e' quello di dare gioia al prossimo, mandando doni accompagnati da messaggi d'augurio sia a ditte consorelle che a privati; ogni ditta si sente in dovere di comprare un grande stock di prodotti da una seconda ditta per fare i suoi regali alle altre ditte; le quali ditte a loro volta comprano da una ditta altri stock di regali per le altre.
Italo Calvino


hits